IL GIUDICATO NON PUÒ COPRIRE FIDEIUSSIONI NULLE. BISOGNA AVERE CORAGGIO E METTERE IN DISCUSSIONE DECRETI INGIUNTIVI INGIUSTI ED ILLEGITTIMI

È questo un eretico contributo: si mette in discussione la certezza del giudicato.
Ma l’eresia è fondata, inebriante perché la dottrina precede la giurisprudenza ed è molto avanti rispetto a Magistrati inetti.
Infatti fior di giuristi ritengono che il giudicato non possa coprire anche rapporti fondamentali nulli, che rappresentano il prius, l’antecedente logico giuridico su cui interviene per esempio un decreto ingiuntivo non opposto.
È mai possibile che il giudicato, solo perché non c’è stata l’impugnazione, copra anche nefandezze per esempio fideiussioni capestro?
Perché il giudice visto che la legge gli conferisce il potere di sollevare la questione d’ufficio non dichiara la nullità del rapporto fondamentale e consente, sciattamente, il passaggio in giudicato?
In tal modo si perpetuano ingiustizie ed aggressioni contro patrimoni per fideiussioni invalide ed i Magistrati non coraggiosi rigettano opposizioni fondate.
IL MANTO DELLA LEGGE NON PUÒ COPRIRE LE FRODI E LE ILLICEITÀ DELLE BANCHE.
Il contributo pubblicato da Partner 24 Ore è stato redatto in collaborazione con mia figlia Clara Letizia.
Sito Web | + Altri Articoli
+ Altri Articoli

Lascia un commento

Inviando un commento si accetta la Privacy Policy del sito. Email e Nome non sono obbligatori per lasciare un commento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.