SOSPESA UNA VENDITA FORZATA DI QUOTE PER UN VALORE DI OLTRE 455 MILA EURO.

ORDINANZA IN MATERIA DI DIRITTO SOCIETARIO COSTITUENTE UN RILEVANTE PRECEDENTE GIURISPRUDENZIALE.

l nostro lavoro è consistito nel redigere un’opposizione ad un’esecuzione forzata originata da un’azione di una curatela
Fallimentare che ha sequestrato e pignorato quote di un patrimonio societario per oltre 455 mila euro di titolarità del debitore,nostro cliente.
Il Giudice dell’esecuzione (e la curatela che va di fretta)dimentica o ignora di far notificare,ai sensi dell’art. 2471 c.c,gli atti all’effettivo debitore, con un’evidente compressione del suo diritto di difesa.
Da qui l’opposizione,che accolta,ha reso possibile la sospensione dell’asta.
Vale qualche volta il principio “re melius perpensa”: bisogna ritornare sui propri passi e riconoscere gli errori commessi.
Il debitore potrà ora esercitare i suoi diritti e transigere con la curatela del fallimento ed evitare di disperdere un patrimonio di oltre 455 mila euro.
Costituisce in materia societaria un rilevante precedente giurisprudenziale, l’ultimo del quale risalente al lontano 2014, in tema di applicazione dell’art.2471 del codice civile
Ringrazio di cuore il cliente ma soprattutto l’avv. D’errico Antonella che ha creduto fortemente in questa battaglia e redatto con me, con solerzia e dedizione, gli atti di causa.
Questi i link dell’ordinanza e del provvedimento di sospensione.
Sito Web | + Altri Articoli

Leave A Comment

Inviando un commento si accetta la Privacy Policy del sito. Email e Nome non sono obbligatori per lasciare un commento.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.