Cardito, via libera al palazzetto

Cardito –  Diventa sempre più facile la realizzazione del “ Palazzetto dello Sport”, proprio in questi giorni è arrivato dalla regione un altro finanziamento in disponibilità del comune di Cardito e c’erano soltanto 700 milioni, dall’assessorato allo sport della Regione sono stati elargiti altri 800 milioni. Il Palazzetto dello Sport Come si legge nella relazione al progetto generale redatto dall’architetto professor Lucantonio comunale e dall’ingegnier Giorgio Frunzio,  ha un costo complessivo due miliardi e novecento milioni.  Attualmente già si potrebbe con i finanziamenti In dotazione eseguire un ”lotto”,  una parte del progetto, quella riferita alla recinzione dell’intero complesso e a  tutta la struttura esterna.

si tratta di un’area di circa 18mila e 420 metri quadrati,  l’edificio nella zona prospiciente la vasca Taglia. “in realtà – dice l’architetto – l’amministrazione del Comune di Cardito ha ribadito scelte che furono operate già nel 1970, perchè nel primo strumento urbanistico, nel piano regolatore, erano previste attrezzature sportive. Quella decisione è stata confermata. Il palazzetto, sorgendo tra Cardito e Carditello, può essere un momento essenziale per ricongiungere i due nuclei abitati e porre fine al frazionismo”. Il complesso costeggiando viale Kennedy non solo è fondamentale o per la frazione e la cittadina, quanto anche per gli altri paesi vicini, che facilmente possono raggiungerlo.

Il progetto ha seguito le direttive del CONI, che deve prevalentemente controllare sesso rientra nelle indicazioni e nei paramenti suggeriti. La superficie di copertura è di 1520 metri quadrati, tutta la parte strutturale costruita dai modernissimi complessi architettonici, che possiamo vedere nel palazzetto dello sport di Genova. La perimetrazione esterna è fatta con muratura e composizione cromatica. All’interno sono previsti spazi per l’atletica pesante, ginnastica, pallacanestro, pallavolo, pugilato, scherma e tante altre discipline. Anche all’esterno dell’edificio saranno realizzate piste di atletica per il lancio del disco e del giavellotto. «Il tempo transazione –  dice l’assessore ai lavori pubblici Carlo Bova –  dovrebbe essere approssimativamente di 3 o 4 anni, dipende dagli altri finanziamenti».

Recent Posts