CARDITO, FIDUCIA MA…

CARDITO, FIDUCIA MA…

 

CARDITO – La crisi amministrativa è stata evitata: la verifica politico-amministrativa, svoltasi all’interno della Dc, espressamente chiesta dal segretario Gino D’Agostino, ha dato esito positivo. Si da quindi fiducia all’amministrazione comunale, monocolore dc di maggioranza assoluta, a guidare le sorti del paese. « In realtà sono convinto – dice il segretario dc – che la fiducia accordata al sindaco Biagio Fusco è condizionata dai fatti. L’attuale amministrazione poteva facilmente andare in crisi, l’operato degli assessori del mio partito è tutto teso all’ordinario, alla risoluzione dei problemi spiccioli. Non ancora sono stati attuati i principali progetti di lavori pubblici, sulla politica del personale, come in ogni altro settore, non c’è la necessaria chiarezza. Ora deve nascere la fase della politica delle cose concrete, ecco perché all’ordine del giorno del prossimo comitato cittadino – conclude il segretario – abbiamo la questione programmatica ed è qui che si misura la tenuta politica di questa amministrazione».

« Ciò che bisogna tenere in dovuta considerazione – dice invece Andrea Losco, membro della direzione dc – non è tanto l’aspetto che quest’ amministrazione abbia evitato la crisi, tutt’altro. Al comune di Cardito si vive una fase di grossa tensione soprattutto sotto il profilo istituzionale. Questa giunta ha perso il controllo delle funzioni amministrative, dei meccanismi predisposti per risolvere i problemi; lo si può constatare proprio dalla politica del personale comunale, sulla quale regna una grande incertezza. I grandi nodi si sciolgono solo se l’apparato della pubblica amministrazione funziona, ma a questo esecutivo bisogna proprio rimproverare l’incapacità di non sapere vivere l’attività amministrativa in modo manageriale, direi quasi aziendale».

Il primo cittadino Biagio Fusco nel prendere atto della fiducia accordatagli dal sui partito ha chiesto « una maggiore disponibilità dei consiglieri comunali ».

 

Recent Posts